Siamo in un’epoca di mezzo dove qualcosa si sta spegnendo e qualcosa, probabilmente, prenderà il suo posto.
In quest’epoca non ci sono più i Maestri.
I Maestri erano una specie che si diffuse nel Novecento.
Ora sono morti.

Ogni maestro aveva la sua visione dell’attore, dello spettatore, del teatro e sapeva indicare una strada da percorrere.

Comunque si può fare teatro, ottimo teatro, anche senza i Maestri a cui il Novecento ci aveva abituati.
Grandi artigiani nel corso della Storia hanno prodotto capolavori.

I maestri non ci sono più ma ci sono ancora gli insegnanti.

Molti insegnanti di recitazione usano proporre degli esercizi ai loro allievi per insegnare la recitazione.

Un acrobata allena equilibrio ed elasticità, un cantante estensione e controllo della voce, un atleta forza e destrezza.
E un attore?

Ti chiederanno di camminare per la stanza e di fermarti a un battito di mani del regista. Ok, mi sono fermato, e adesso? Perché me l’hai fatto fare? A cosa sarà servito quando ci troveremo sul palco?

Ti chiederanno “Diventa giallo, non pensare a nulla, muoviti e rappresentami il giallo”.

Ok, sono stato abbastanza giallo?
Saprò essere altrettanto giallo domani?
E in scena mi servirà?

Gli esercizi teatrali, così come noi li conosciamo, esistono da pochissimo tempo. Sono nati dall’esperienza dei Maestri che cercavano di plasmare il corpo-strumento dell’attore (e in qualche misura il suo cervello) per ottenere specifici risultati.

I Maestri si domandavano: “qual è il motivo dell’esercizio, qual è il progetto di attore che stiamo perseguendo, che forma avrà il nostro spettacolo e che scopo si pone verso lo spettatore?”

Oggi molti propongono gli esercizi senza essersi fatti alcuna domanda (che è un po’come per un naufrago trovare una scatola di fagioli su un’isola deserta in cui non ci sono apriscatole).

Quest’estate (e poi la prossima stagione) noi di Teatro d’Emergenza metteremo alla prova i nostri esercizi e le nostre routine di lavoro vecchie e nuove e le condivideremo con chi vorrà giocare con noi con alcuni brevi corsi estivi della durata di un weekend o poco più.

A breve vi racconteremo tutto quello che stiamo per fare con dovizia di particolari…