Pinocchio

Perché mettere in scena Pinocchio?

Perché ancora una volta lui, dopo che grandi attori e guitti sconosciuti e infiniti bambini lo hanno recitato e lo recitano sui palcoscenici di tutto il mondo?

Avevamo il desiderio e la necessità di raccontare una grande avventura e di tra- sformare il teatro in una festa. Ecco perché.

E se invece dell’Odissea o delle Mille e una notte abbiamo scelto il Burattino di legno è perché ognuno di noi ha un conto in sospeso con questa storia.

Quando eravamo piccoli ci ha fatto paura, ci ha fatto ridere, ci ha riempito di sincera meraviglia.
E dopo tanti anni quella meraviglia è ancora viva.
Vogliamo trasformare il teatro in quella festa che era il vedere il mondo con i nostri occhi di bambini.

Così, abbiamo cominciato a giocare, trasformando il corpo e la voce dell’attore in un bosco tenebroso o in un pulcino che esce dal guscio o in una macchina che trasforma il legno in gambe da tavolino, riscoprendo le formule magiche che da bambini ci permettevano di volare sul dorso di un gabbiano o di creare dal nulla un mare in tempesta.

Liberamente tratto da Carlo Collodi

Regia

LUCA SPADARO

Cast

FRANCESCA ESPOSITO
ALESSANDRO PRIOLETTI
MARTINA ROSSI
VALENTINA SALA
SIMON WALDVOGEL
MASSIMILIANO ZAMPETTI

Pinocchio teatro d'emergenza