Il Calapranzi, diario di produzione, prima settimana

I primi giorni di prove de Il Calapranzi sono scivolati via velocissimi.

Accade sempre così: entri in sala prove e le ore si deformano, i giorni si fanno brevissimi e densi.

Tutto è cominciato lunedì mattina, in una stanza gelida accanto al fiume, a pochi passi dal Teatro in cui debutteremo. 

Di solito le prove cominciano con una lettura integrale del testo.

Tutti seduti attorno a un tavolo col copione in mano, attori, regista e assistenti.
Ma come si può leggere un testo di Pinter e pensare di capirci qualcosa se si resta seduti?
Pinter è uno di quegli attori a cui piace giocare a nascondino: per le prime dieci pagine i personaggi non dicono quello che vorrebbero dire e non fanno quello che vorrebbero fare.

Solo i loro gesti, il loro “stato fisico” potrebbe farci capire che cosa accade loro.
Dunque decidiamo che la prima lettura non si farà seduti attorno a un tavolo ma muovendosi in scena, per provare a carpire qualche segreto a questa storia.

Nel frattempo la scenografa spedisce i suoi bozzetti: le pareti di una stanza, due letti, due porte, un piatto bianco con un disegno nero.
E naturalmente lui, il famoso Calapranzi.

Da me na piccola cassa Bluetooth iniziano a uscire dei suoni: uno scroscio, un fischio, un cigolio… i rumori che serviranno per lo spettacolo.

Arriva Alberto, il nostro costumista di fiducia, che veste gli attori, annota misure, imbastisce.
Quest’anno gli tocca pure un lavoro extra: insegnarci come si annoda la cravatta a regola d’arte.

Intanto le prove procedono.

Gli attori si muovono in scena senza più bisogno di leggere il copione. Questo è il momento del montaggio per l’attore, le azioni devono diventare logiche per chi le fa.

Gli attori cercano di definire intenzioni ed obiettivi che poi nasconderanno con cura perché il pubblico possa scoprirli.

Tutto questo lavoro frenetico non è altro che l’inizio.
Poi dovremo trasformare la scena in uno specchio in cui lo spettatore possa riflettersi e riconoscersi.

Debutto 29 e 30 novembre – 1 dicembre Teatro Foce Lugano.
Info e prenotazioni qui: https://www.foce.ch/55516

prove il calapranzi costumi alberto allegretti
prove il calapranzi teatro d'emergenza con massimiliano zampetti
prove il calapranzi con sebastiano bottari