Laboratori estivi di recitazione

Laboratori estivi di recitazione 
ovvero 
Come perdere tempo con profitto

La cosa che più ci piace dello studiare in estate è che non c’è fretta.
Alla fine non c’è un saggio o uno spettacolo da presentare. 

L’estate cambia il tempo.
Le giornate si allungano, il caldo frena il turbine dei pensieri, le ore passano più lentamente.

È il momento ideale per smontare vecchie certezze, per farsi domande, per seminare nuove ipotesi di lavoro.

Nella prima parte della nostra sessione estiva di studi teatrali, ci siamo concentrati sul concetto di azione.

L’azione è la materia stessa con cui costruiamo il teatro ma è tremendamente difficile da osservare e comprendere.

Ci sono delle domande che acquistano senso solo se ci si trova insieme a fare esperimenti pratici:

Che differenza c’è tra un gesto e un’azione?
Perché se faccio un’azione per strada e poi la ripeto identica sul palco mi sembra tanto diversa?
Si può recitare un’intenzione?
E un obiettivo?

Il bello di queste domande è che non si possono mai risolvere in una risposta semplice ma solo in un accumularsi di esperienze.

Ora partiamo con altre domande e altri esperimenti: il 27 e 28 luglio, a Lugano, “Lo stato fisico – quando l’azione trasforma il corpo”

Per info e iscrizioni scrivici a compagniateatrodemergenza@gmail.com oppure chiamaci al +41 763467488.