Laboratori per attori e allievi attori

I corsi della domenica sono laboratori per attori e allievi, durano un weekend, dal venerdì alla domenica.

Non sono tra loro collegati, dunque non è necessario iscriversi a tutti i laboratori.

Una domenica al mese, a Lugano, gli attori della Compagnia Teatro d’Emergenza si incontrano per studiare uno strumento necessario al mestiere dell’attore.
Training vocale e fisico, contact improvisation per attori, narrazione, improvvisazione, analisi di testo, clownwerie teatrale, combattimento scenico.

Possono accedere agli incontri della domenica sia gli allievi di Teatro d’Emergenza, sia allievi di altre scuole e attori.

Calendario degli incontri:

PERSONAGGI

Venerdì 8 febbraio dalle 20.00 alle 23.00
Sabato 9 e domenica 10 febbraio dalle 10.00 alle 17.00

Con Matteo Ippolito
Costo: fr 160.- allievi/200.- esterni.
Info e iscrizioni compagniateatrodemergenza@gmail.com

Cos’è un personaggio teatrale? Come lo si può costruire a partire dal corpo dell’attore?

Il laboratorio sarà strutturato su tre giorni per un totale di venti ore.
L’obbiettivo finale è quello di consegnare agli allievi la struttura psicofisica di un personaggio a loro scelta.

Verrà chiesto ai partecipanti di scegliere un personaggio a piacere da una qualsiasi opera teatrale e di portare con se tutto il materiale che riusciranno a recuperare.

Musiche, canzoni, film, quadri, sculture, fumetti, poesie, libri, qualsiasi cosa li leghi al personaggio scelto.

Analisi del Testo


Si inizierà con uno studio delle dinamiche presenti nel testo di rifermento, estrapolando le nozioni che possono essere ricollegate al personaggio scelto.
Cosa il mio personaggio dice di sé?

Cosa gli altri dicono di lui?

Cosa deduco?

Lavoro Fisico


Durante questa fase, gli allievi si confronteranno con il loro corpo e con la destrutturazione di quest’ultimo.
 Si lavorerà su improvvisazioni fisiche nello spazio per arrivare poi alla costruzione, pezzo per pezzo di un corpo nuovo, vivo embrionale con caratteristiche fisiche diverse da quelle di partenza. 
Uno dei punti focali del lavoro sul corpo è il collegamento tra l’analisi sul testo effettuata in precedenza e l’effettivo scontro con la realtà concreta del personaggio.
Gli allievi dovranno tentare di mettere d’accordo l’dea che su carta era apparsa di quel personaggio con la vita vera e propria di questo.

Umanizzazione


Questa è l’ultima fase del percorso. Si cercherà di “smussare” gli angoli del nuovo corpo trovato e di accordare il tutto ad una figura il più vicino possibile ad una normalità fisica che viva cosciente di tutte quelle tensioni che hanno fatto parte del processo di creazione di questo nuovo corpo.

Quali personaggi scegliere e da quali testi?

Amleto, William Shakespeare
Macbeth, William Shakespeare
Il Gabbiano, Anton Cechov
Zio Vanja, Anton Cechov
La Locandiera, Carlo Goldoni
Gli Innamorati, Carlo Goldoni
Lo Zoo di Vetro, Tennessee Williams
Il Natale di Harry, Steven Berkoff

ARCHIVIO LABORATORI

La voce dell’attore. 
Con Lorenzo Pierobon

La seconda tappa, dopo quella di novembre, per intraprendere un percorso che porta a conoscere la Voce dal punto di vista funzionale/anatomico, tecnico, espressivo, emozionale e artistico.Scoprire (o riscoprire) la voce dell’attore.
Un percorso chiaro e approfondito dove si alternano esercizi, momenti di esplorazione, teoria ed improvvisazione fino ad arrivare alla “voice contact improvisation”.
Non solo respiro, diaframma e risuonatori ma l’intero organismo come strumento per produrre suoni.

Se vuoi restare informato, iscriviti alla newsletter di Teatro d’Emergenza. Mandaci una mail a compagniateatrodemergenza@gmail.com