SCUOLA DI TEATRO ANNUALE

Scuola di teatro annuale: stagione 2021/2022

Sono aperte le iscrizioni ai corsi annuali di recitazione di Teatro d’Emergenza, la scuola di teatro diretta da Luca Spadaro a Lugano.

La scuola di Teatro d’Emergenza è un po’ particolare.

  • Prima di tutto non è divisa, come molte scuole, in primo, secondo, terzo anno. Ovviamente non bastano tre anni di corsi serali per esaurire l’infinito mondo delle tecniche teatrali, per questo abbiamo preferito suddividere i corsi per temi di lavoro annuali.
  • Nei nostri corsi ci sono allievi neofiti ed altri con più esperienza: questa eterogeneità diventa un’inattesa ricchezza se gestita con cura (l’allievo alle prime armi “ruberà il mestiere” a quello più esperto mentre questi potrà riscoprire vecchi esercizi e percorsi, fatti per la prima volta dai nuovi allievi).

La scuola di Teatro d’Emergenza
propone per la stagione 2021/2022
DUE CORSI PER ADULTI:

CORSO: CHE COS’È UN ATTORE?

  • una volta a settimana H 20:00 – 23:00 (da ottobre 2021 a maggio 2022)
  • sette insegnanti, sette domande, sette moduli di lavoro, per un corso unico nel suo genere

CORSO: DIALOGHI

  • tutti i mercoledì H 20:00 – 23:00 (da ottobre 2021 a giugno 2022)
  • insegnante: Luca Spadaro


Insegnanti

Gli insegnanti della nostra scuola di teatro sono:

  • Luca Spadaro (regista, pedagogo e drammaturgo), 
  • Silvia Pietta (attrice),
  • Matteo Ippolito (attore),
  • Sebastiano Bottari (attore),
  • Vanessa Korn (attrice e autrice),
  • Daniele Vagnozzi (attore, regista e drammaturgo),
  • Marta Calbi (attrice e ricercatrice nell’ambito delle Neuroscienze)


Costi

Il costo annuale di ogni singolo CORSO ADULTI è di 1200.- CHF

Chi desidera iscriversi a entrambi i CORSI ADULTI può farlo al costo complessivo agevolato di 1600.- CHF



Presentazione dei corsi


SERATE INFORMATIVE
A settembre, tramite Zoom e Skype, si terranno le serate informative per la nuova stagione didattica della scuola di Teatro d’Emergenza, con la presentazione dei corsi di teatro per adulti, ragazzi e bambini.


COVID-19
Nel caso che l’emergenza sanitaria imponesse un chiusura temporanea dei corsi di recitazione, sono state previste alcune lezioni che si potranno tenere anche online. Se un’emergenza dovesse protrarsi oltre i 40 giorni, i corsi verranno sospesi e le lezioni non effettuate verranno rimborsate.


CORSO:
CHE COS’ È UN ATTORE?

CORSO DI TEATRO PER ADULTI – Senza saggio finale

Il corso è indicato tanto per allievi esperti quanto neofiti.

Sette insegnanti, sette domande, sette moduli di lavoro*
per un corso di recitazione unico nel suo genere.

DURATA: 8 mesi a partire da ottobre 2021
una volta a settimana
H 20:00 – 23:00

* È possibile iscriversi anche a un singolo modulo di lavoro.

MODULO UNO – PRIMA DOMANDA

■ Perché la voce di chi sa recitare è più interessante della mia?
insegnante: SILVIA PIETTA, attrice

La voce è uno strumento molto complesso. Si comincia con un respiro, il respiro diventa suono, il suono diventa parola e la parola diventa parte di una storia. Per recitare bisogna imparare a conoscere la voce, saperla preparare e allenare alla recitazione e infine trasformare le parole in azioni.

MODULO DUE – SECONDA DOMANDA

■ Come fa il corpo a trasformarsi in tanti personaggi diversi?
insegnante: MATTEO IPPOLITO, attore

Il corpo di un essere umano si muove in maniera simile tanto che sia per strada, quanto che si trovi su un palcoscenico. Eppure il corpo di chi recita segue regole del tutto particolari. Bisogna sapere come “accendere” la propria attenzione e i propri muscoli per creare un personaggio.

MODULO TRE – TERZA DOMANDA

■ Come si fa a fare ridere il pubblico?
insegnante: VANESSA KORN, attrice

Quella del clown teatrale è una tecnica di recitazione estremamente interessante. Si comincia dall’osservazione di sé stessi per arrivare a costruire un personaggio che, nascosto dietro a un naso rosso, rivela qualcosa di profondo, qualcosa che ci riguarda tutti, con umorismo e delicatezza.

MODULO QUATTRO – QUARTA DOMANDA

■ Come si può recitare da soli?
insegnante: SEBASTIANO BOTTARI, attore

Il monologo è una forma di recitazione, la più antica, che ha bisogno di una tecnica del tutto particolare. Immagina di essere su un palcoscenico, tu con il tuo ruolo da recitare, nessun altro intorno, il pubblico silenzioso di fronte a te. Come si fa a non perdersi in una situazione del genere?

MODULO CINQUE – QUINTA DOMANDA

■ Perché sento una vocina nella mia testa?
insegnante: DANIELE VAGNOZZI, attore laureato in Psicologia

Le luci in sala si spengono, tra poco tocca a me e io mi sento divorare dall’ansia. Sono convinto di non ricordare nessuna battuta, non so cosa fare. Si apre il sipario, comincio a recitare e una vocina nella mia testa mi dice: “Ecco, sicuramente la prossima battuta la sbaglierai. Del resto lo sappiamo che non sei all’altezza.”

Come si fa a sopravvivere a tutto questo e vivere felici?

MODULO SEI – SESTA DOMANDA

■ Cosa mi accade quando recito?
insegnante: MARTA CALBI, ricercatrice in Neuroscienze e attrice

Da qualche decennio gli scienziati stanno scoprendo cose molto interessanti che riguardano il Teatro. I neuroni specchio, per esempio, che legano in modo sorprendente chi fa e chi guarda. Alcuni scienziati addirittura hanno cominciato a studiare gli attori e le attrici per fare luce su alcuni misteri del nostro cervello. Alcuni esperimenti scientifici possono essere trasformati in esercizi teatrali per comprendere meglio il nostro lavoro.

MODULO SETTE – SETTIMA DOMANDA

■ E adesso?
insegnante: LUCA SPADARO, regista e pedagogo teatrale

Luca Spadaro, regista e pedagogo teatrale, accompagnerà allieve ed allievi in questa esperienza, aiutandoli a comporre le tessere di questo affascinante puzzle.


CORSO:
DIALOGHI

CORSO DI TEATRO PER ADULTI – Con saggio finale al Teatro Foce

Il corso è indicato tanto per allievi esperti quanto neofiti.

DURATA: 8 mesi a partire dal 6 ottobre 2021
tutti i mercoledì
H 20:00 – 23:00

SAGGIO FINALE:
4 o 5 giugno 2022
Teatro Foce, Lugano

INSEGNANTE:
Luca Spadaro
Dal 1993 ad oggi ha messo in scena una trentina di spettacoli come regista e drammaturgo.
Da vent’anni si occupa di pedagogia teatrale, collaborando con diverse scuole in Svizzera e in Italia.
Nel 2019 ha pubblicato il libro “L’attore specchio”, Dino Audino Editore.
Dal 2020 ha cominciato insieme ai colleghi Marta Calbi e Daniele Vagnozzi, uno studio sull’espressione delle emozioni in scena tra teatro, psicologia e neuroscienze.

CONTENUTI DEL CORSO: DIALOGHI

Due personaggi, uno di fronte all’altro.
Tra di loro un conflitto irrisolto.
Così cominciano moltissime storie.

Costruire un dialogo teatrale non significa soltanto imparare a dire le proprie battute, significa soprattutto raccontare con il corpo quello che succede.
Bisogna sapere “recitare un ascolto”, bisogna potere mostrare un’emozione nascondendola (sono imbarazzato ma mi fingo disinvolto). Un dialogo è spesso una minuscola battaglia in cui giganteschi impulsi si trasformano in piccoli gesti o brevi parole.

Per fare questo bisogna innanzitutto avere la pazienza di osservare se stessi e scoprire i mille modi in cui comunichiamo con gli altri. Poi bisogna fare propria una tecnica complessa e sottile.

Perché per sentirsi liberi in scena ci vogliono regole.

ALCUNI DEI TEMI TRATTATI NEL CORSO:

  • Improvvisazione
  • Uso della voce
  • La parola come azione
  • Movimento espressivo
  • L’azione teatrale
  • Ritmo per la scena
  • Elementi di combattimento scenico
  • Dal testo alla recitazione
  • Analisi del testo per l’attore
  • Storia del Teatro



PER ISCRIZIONI E INFORMAZIONI:

Per qualsiasi informazione sui temi dei corsi, durata, costi, oppure semplicemente per fare due chiacchiere con gli insegnanti e capire se i corsi di Teatro d’Emergenza fanno al caso tuo

scrivi a compagniateatrodemergenza@gmail.com



SEGUI TEATRO D’EMERGENZA : facebook | instagram